Il suo nome è Emilio Della Penna, grande maestro di calcio e soprattutto grande maestro di vita e persona dalla squisita gentilezza ed educazione. Un amore incondizionato per il pallone, un amore viscerale per la sua Giulianova vissuto quotidianamente per oltre sessantacinque anni e iniziato come portiere di belle speranze tra gli eroi della mitica “Freccia D’Oro” che, nell’immediato dopoguerra rimisero in piedi le sorti della leggenda giallorossa.

Poi, con la giovinezza che inevitabilmente sfiorisce, Emilio passa dal campo alla panchina. Dal 1965 al 1970 per cinque stagioni è l’allenatore del Giulianova in Serie D ruolo che, in considerazione con i suoi impegni con le giovanili, svolge con il sostegno di Enzio Falini. A suggellare il nuovo percorso calcistico sono i quattro titoli nazionali vinti dal 1967 al 1977, nel decennio d’oro del Settore Giovanile del Giulianova.

 Poi ancora allenatore del Lanciano e, ahimè, del Teramo, di quel Teramo che agli inizi degli anni settanta inseguiva vanamente i lupi giallorossi nella Terza Serie Nazionale, con il buon Emilio che, nell’immaginario collettivo, veniva dipinto come una sorta di voltabandiera. 

La grande occasione arriva nella stagione 1974-75. L’allora Presidente, il mitico Titì Orsini, lo vuole in prima squadra, allenatore in serie C del Giulianova di Giorgini, Ciccotelli, Bertuccioli ed altri eroi del nostro calcio. Non iniziò male la nuova avventura, alla sconfitta all’esordio a Grosseto si contrappone la netta affermazione casalinga nel derby con la Pro Vasto. Il Giulianova giovane ed arrembante di Mister Della Penna cominciò a macinare gioco e gol, le due vittorie esterne a Riccione e Carpi portarono tranquillità e soddisfazione nel clan giuliese, ma forse anche un pizzico di appagamento che la squadra pagherà cara nelle partite successive. Un magro pareggio al Fadini con il Ravenna e tre sconfitte consecutive costarono la panchina a Emilio che continuò con dedizione e successo il delicato lavoro nel Settore Giovanile. Il Dott. Orsini, aveva già individuato il sostituto, fu così che il progetto di rilancio del Giulianova venne affidato a Gianni Corelli.

Nel campionato 1976-77 con l’avvento sulla panchina giallorossa di Sergio Manente, Emilio tornò ad occuparsi della prima squadra questa volta nelle vesti di secondo. L’esperto allenatore friulano lo volle fortemente al suo fianco percependone le grandi doti sportive ed umane.

Con il trascorrere del tempo, tra delusioni e trionfi, tra critiche e attestati di stima, con la sua voglia di football che aumentava sempre di più, ebbe l’idea di creare una Scuola Calcio. Era il 1983, gli echi spagnoli dell’Italia campione del mondo avevano contribuito non poco a far risalire il fattore gradimento per lo sport nazionale, fu così che, l’anno seguente, centinaia di bambini giuliesi si iscrissero alla nuova associazione, tutti con un unico obiettivo: giocare a pallone.

Assieme ai collaboratori di sempre, da Francesco Di Filippo a Leo Giannattasio, da Pasqualino Rossi ad altri ex compagni hanno avuto l’onore e l’onere di contribuire alla crescita sportiva ed umana di migliaia di ragazzini con l’enorme soddisfazione di vedere molti di loro giocare tra i professionisti.

Vorrei concludere con una frase rivolta ai ragazzi che Emilio mi suggerì e la pubblicammo nel primo almanacco della Scuola Calcio nel 2005: “In una società civile che vive un momento tortuoso sappiate suscitare nei vostri genitori la speranza se non la certezza di vedervi crescere nella correttezza e nell’onestà e che queste grandi qualità vi accompagnino in tutto ciò che saprete fare nella vostra esistenza”.

Questo era Emilio Della Penna un uomo che viveva agli antipodi di certi personaggi che nulla hanno a che fare con il mondo del calcio soprattutto quello popolato dai giovani, un grandissimo insostituibile Presidente di un’associazione dove cordialità, rispetto reciproco e grande senso di amicizia erano le tracce distintive di chi ha avuto la sapienza di confrontarsi garbatamente con le persone che gli sono state vicine.

e-max.it: your social media marketing partner

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie o clicca qui